SRS Simple Radio Standalone Guida all’installazione e configurazione

L’enemy spy (e amico) Grabriele "@22GCT_Ibanez " Perica ha realizzato per Italian Wings una guida all’uso di SRS, il programma di comunicazione che replica l’uso di una radio militare. SRS è nato per DCS, ma può essere usato anche con altri giochi.

Italian Wings è la community degli squadrons italiani amanti del volo virutale in WWII. L’EAF51 è orgoglioso di farne parte!

http://www.italianwing.it
logoWings

Riproduciamo qui con il permesso dell’autore la versione 2020153.0.1 -
Il post è un wiki per cui, se nel corso degli anni verrano fatti degli aggiornamenti al software, sarà possibile aggiornare la guida!

DCS Simple Radio Standalone (SRS)
Guida all’installazione e configurazione

SOMMARIO

    • Introduzione
    • Download e installazione
    • Configurazione
    • Assegnazione dei comandi da tastiera\hotas
    • Impostazioni e preferenze
    • Configurazione audio
    • Utilizzo
    • Appendice
    • Gestione dei “Favourites”

1.Introduzione

DCS Simple Radio Standalone, in breve SRS, è un software standalone (ovvero, che funziona in maniera indipendente e non come plugin di un simulatore) nato per essere utilizzato con DCS Digital Combat Simulator, con il quale si integra completamente.
Il software simula in tutto e per tutto il comportamento di una radio reale, lavorando per frequenze e canali – e non per stanze e whisper vari come TeamSpeak – riproducendo, anche dal punto di vista audio, gli effetti e la qualità tipica di una trasmissione via etere.
Nonostante la sua stretta parentela con DCS, il software funziona benissimo per conto suo e, di conseguenza, affiancato al nostro amato Il-2 Sturmovik (o, in effetti, a qualsiasi altro simulatore o software che possa aver bisogno di una comunicazione radio).
Vediamo insieme, passo passo, come scaricare, installare e configurare il software per il suo utilizzo.

2.Download e installazione

Ad oggi, il software è completamente gratuito ed open-source. Procediamo a scaricare i file necessari all’installazione.
⦁ Fate click – o copiate-incollate nel vostro browser preferito – sul link sotto:

Dovreste avere davanti a voi la schermata seguente


Figura 1

⦁ Spostatevi in basso nella schermata, fino a individuare la parte evidenziata nella figura seguente. Fate click sul file ⦁ SRS-AutoUpdater.exe e scaricatelo in una cartella a scelta del vostro PC (lo stesso PC dove usate il simulatore)


Figura 2

⦁ Una volta terminato il download, lanciate il file eseguibile e, se comparirà la solita schermata dove Windows chiede conferma, proseguite pure fino a visualizzare la piccola finestra seguente, dove l’AutoUpdater di SRS vi comunica la versione che sta scaricando

2020-07-05 23_43_42-Window
Figura 3

⦁ Una volta terminato il download, l’installer vi chiederà se volete includere nell’installazione anche il plugin richiesto per il funzionamento di SRS (vedi figura seguente) all’interno di DCS. Se usate DCS ed avete intenzione di provare SRS anche lì, rispondete pure “Yes”, altrimenti rispondete “No”. Sappiate che l’AutoUpdater può essere lanciato quante volte volete, quindi avrete la possibilità di modificare questa scelta anche in futuro.

4
Figura 4

⦁ Espressa una scelta, vedrete la schermata che segue mentre l’installer fa il suo lavoro. La schermata ha solo titolo informativo, vi fa notare il percorso d’installazione e quello della vostra cartella “Saved Games” (o “Partite Salvate”, per chi ha Windows in italiano). Non potrete effettuare modifiche, è l’installer che si occupa di tutto


Figura 5

3. Configurazione

Nel percorso d’installazione che l’AutoUpdater vi ha indicato (fig. 5), generalmente C:/Program Files/DCS-SimpleRadio-Standalone, troverete il file SR-ClientRadio.exe.
Fate doppio click per lanciare il programma (autorizzando le modifiche come al solito, se richiesto da Windows). Otterrete la schermata visibile nella figura seguente.


Figura 6

4. Assegnazione dei comandi da tastiera\hotas

Per ora lasciate tutto com’è, torneremo su questa schermata in seguito. Procediamo con la configurazione iniziale. E’ un processo richiesto una sola volta e, anche se inizialmente leggermente complesso, che segue un preciso filo logico.
⦁ Fate click sul pulsante “Controls” in alto, come da figura seguente.

⦁ Procediamo a configurare i tasti\comandi necessari all’utilizzo di SRS. Dopo aver premuto sul pulsante “Controls”, vi troverete davanti la schermata indicata nella figura seguente. In figura trovate già evidenziati i comandi base da assegnare. Potete utilizzare sia pulsanti su tastiera, che pulsanti presenti su joystick\hotas.


Figura 7
Prima di procedere però, è utile capire la logica con cui SRS permette di configurare i tasti assegnati alle diverse funzioni: come potete notare, per ogni comando disponibile per il software (es. “Radio 1”), trovate un’ulteriore riga, subito sotto, indicata con il nome del comando che la precede ed il suffisso “Modifier” (es. “Radio 1 Modifier”).

Se avete intenzione di assegnare un tasto singolo ad un determinato comando (es. volete assegnare il solo tasto “P” della tastiera al comando “Push To Talk – PTT”), procedete così:

⦁ Premete il pulsante “Set” nella riga del comando desiderato

⦁ I pulsanti “Set” e “Clear” del comando interessato diventano grigi, ad indicare che il software è in attesa che premiate il tasto desiderato. Premetelo. Il software vi indicherà il comando appena assegnato (vedi fig. seguente), in modo poco “leggibile”. Non preoccupatevene, il tasto è stato registrato.

⦁ Se voleste invece assegnare una combinazione di tasti al comando (es. “Shift sinitro + P” per il comando “Push To Talk – PTT”), dovrete separare l’assegnazione del tasto principale – ovvero la “P” nel caso dell’esempio – ed il suo modificatore, ovvero lo “Shift sinistro”. Il tasto principale andrà inserito come indicato nei due punti precedenti. Per quanto riguarda il modificatore, dovrete procedere analogamente, ma impostando (premendo il pulsante “set”) la relativa riga “Modifier”. Nel caso dell’esempio, ho assegnato il pulsante “Shift sinistro” alla riga “Push To Talk – PTT Modifier”, ottenendo il risultato visibile nella schermata seguente.

⦁ Seguendo questo processo, procedete ad assegnare dei tasti a vostra scelta per i quattro comandi evidenziati in Fig. 7. Il comando “Push To Talk – PTT” potrà essere lo stesso che utilizzate in TeamSpeak. SRS e TS non verranno mai utilizzati contemporaneamente, perciò non c’è pericolo di conflitto. Prendete nota di questi pulsanti impostati.

N.b. In SRS non esiste la funzione “Voice Activation”
N.d.r. Per fortuna

5. Impostazioni e preferenze

Impostiamo ora il funzionamento di SRS nella maniera più utile al nostro utilizzo.
⦁ Fate click sul pulsante “Settings” in alto, come da figura seguente.

⦁ Nella finestra delle impostazioni, limitiamoci per ora a configurare le opzioni principali (potrete approfondire liberamente successivamente. SRS supporta anche la creazione di profili per cambiare velocemente tra diversi set di impostazioni). Saranno di nostro interesse le due sezioni “Global Settings” e “Profile Settings”.

Impostate la sezione “Global Settings” come da schermata seguente.


Figura 8
⦁ Impostate poi la sezione “Profile Settings” come da schermata seguente.


Figura 9

6. Configurazione audio

Per terminare la fase di configurazione, definiamo quali dispositivi audio dovranno essere utilizzati da SRS. Ciò viene fatto dalla schermata “General”, raggiungibile tramite il pulsante indicato nella figura seguente.

Configurate le opzioni come indicato sotto


Figura 10
⦁ Dal menù a tendina “Microphone”, selezionate il dispositivo audio di input che volete utilizzare. Salvo configurazioni particolari, sarà lo stesso che avete configurato come input in TeamSpeak.
⦁ Nel menù a tendina di sinistra della sezione “Speakers & Optional Mic Output”, selezionate il dispositivo audio di output che volete utilizzare, ovvero quello che riprodurrà le voci di chi parla in radio. Salvo configurazioni particolari, sarà lo stesso che avete configurato come output in TeamSpeak.
⦁ Opzionale. Il menù a tendina di destra della sezione “Speakers & Optional Mic Output” consente di selezionare un eventuale dispositivo dove riprodurre la vostra voce (ovvero, quello che viene catturato dal vostro microfono), quando trasmetterete in canale. Nella realtà, in aereo, premendo il pulsante PTT (Push To Talk), sentireste la vostra stessa voce in cuffia, così da permettervi di percepire in effetti cosa state comunicando. Impostate qui il vostro dispositivo dove avete collegato le cuffie. Impostate questa opzione solo se utilizzate delle cuffie. Se la vostra voce dovesse “uscire” dalle casse, rientrerebbe a sua volta nel microfono, innescando un fastidioso ritorno.
⦁ Questo slider vi permette di regolare il volume di uscita della radio, dal dispositivo impostato al punto b. Alzatelo o abbassatelo in base a come sentite gli altri, provando magari in volo quando sarà presente anche il rumore dei motori, ecc…

7. Utilizzo

Nel momento in cui dovrete utilizzare SRS, lanciate l’eseguibile SR-ClientRadio.exe. Avrete davanti la solita schermata, già conosciuta in fase di configurazione (Fig. 9). Ovviamente, potete aggiungere un link all’eseguibile sul vostro desktop, o dove vi è più comodo.
Se, all’avvio dell’eseguibile, non dovesse comparire nessuna finestra, con tutta probabilità avete attiva l’opzione “Start minimized”, nella sezione “Settings”. Il programma è regolarmente avviato, e potrete aprire la schermata facendo doppio click sull’icona nella traybar, come da figura seguente.


Figura 11

Per poter utilizzare SRS, avrete bisogno delle seguenti informazioni:
⦁ L’indirizzo del server a cui collegarvi
⦁ Una password
⦁ Le frequenze da utilizzare
Procedete come indicato di seguito, facendo riferimento alla figura sotto.


Figura 12
⦁ Inserite qui l’indirizzo del server a cui connettervi (è possibile
⦁ Inserite qui la password che vi è stata comunicata
⦁ Inserite qui il vostro nickname (può assumere un qualsiasi valore, non è correlato alla password che inserite al punto precedente. Per chiarezza, però, inserite il nickname che utilizzate normalmente in volo
⦁ Premete il pulsante “Connect”. Se la connessione va a buon fine, dovreste sentire un “bip” di conferma
⦁ Ad ulteriore conferma dell’avvenuta connessione, vedrete diventare verde l’icona “Server” di sinistra e, dopo pochi secondi, anche quella “VOIP” di destra
⦁ Premete il pulsante “Connect external AWACS mode (eam)”. A conferma dell’avvenuta connessione dell’EAM (è il sistema che permette di utilizzare SRS anche senza DCS), il pulsante cambierà la sua dicitura in “Disconnect external ecc… ecc…”.
⦁ Se tutto è andato a buon fine, premete il pulsante “Toggle Radio Overlay”

A questo punto, dovrebbe essere comparso il cosiddetto “overlay” di SRS, ovvero la finestra che potrete visualizzare in sovraimpressione, anche una volta all’interno del cockpit del vostro aereo. N.b. l’overlay, oltre che con il pulsante appena utilizzato, si può mostrare\nascondere attraverso il tasto impostato nella sezione dedicata ai controlli.
L’overlay corrisponde a quanto mostrato nella figura seguente.

⦁ Per ognuno dei 4 canali a disposizione, potete impostare le frequenze che vi sono state fornite facendo click sui piccoli “pulsantini” grigi sopra e sotto i rispettivi display verdi che visualizzano la frequenza attuale.
⦁ Il canale attualmente attivo (ovvero, quello sul quale trasmetterete premendo il pulsante impostato come Push To Talk) è quello che ha il pallino verde a destra della frequenza.
⦁ Per cambiare il canale attivo, potete
⦁ Fare click sul rispettivo pallino arancione
⦁ Utilizzare il comando (configurato nella sezione apposita) associato al rispettivo canale (“Radio 1”, “Radio 2”, ecc…). Questa è la modalità da utilizzare quando all’interno del simulatore, per evitare di dover interagire con l’overlay tramite il mouse.
⦁ Premendo il pulsante PTT da voi configurato, vedrete accendersi la spia verde di fianco al canale selezionato, a conferma dell’effettiva trasmissione in corso.

Buon divertimento!

8. Appendice

9. Gestione dei “Favourites”

Per evitare di inserire ogni volta indirizzo e password relativa ad un server, è possibile salvare questi dati sfruttando la sezione “Favourites”, disponibile dal pulsante in alto.


Figura 13

Date un nome riconoscibile al server, inserite l’indirizzo nel campo “Server Address” e la password nel campo “EAM Coalition Password”. Premete quindi il pulsante con il “+”, subito a destra.
Il server comparirà nell’elenco in basso. In caso di più server salvati, potete impostare quello di default applicando la bandierina alla rispettiva riga, facendo click sotto la colonna “Is Default”. Potrete selezionare velocemente i server inseriti in questo elenco tramite il menù a tendina nella sezione General, evidenziato nella figura sotto, senza dover inserire più alcun dato.

2 Likes

Lavoro fantastico!!! :heart_eyes:

Ringrazia @22GCT_Ibanez !!!

già provato e sembra funzionare, potremmo decidere una serata di prova.
Potrebbe essere necessario aprire le porte 5002 e 5003 sul proprio router, operazione per niente complicata.
Io l’ho fatto. potrei hostare un server e controllare se questa operazione la devono fare tutti oppure solo chi hosta il server. verificherò a breve.