Radioaiuti alla navigazione ai tempi della WWII

in questo filmatino, sembra si possa sfruttare la radio all’interno del P51/P47 per rilevare il beaconing da una/due sorgenti al suolo.

Interessante direi!

1 Like

Confermo, anche sui tedeschi c’è il dispositivo per rilevare la pista, credo si chiami ADF o qualcosa di simile. E col Mossie si può sfruttare la radio per la navigazione assistita.

L’ADF (Automatic Direction Finder) è l’apparato “occidentale”, credo di invenzione americana, ed ha a che fare con i cosiddetti NDB (Non-Directional Beacons), ovvero le stazioni emittenti del segnale:

E’ però leggermente diverso dall’apparato che vediamo nel video (che credo possa essere definito un suo diretto predecessore), perché nell’ADF abbiamo una rappresentazione visiva tramite apposito strumento. Da una veloce lettura però, sembra che l’apparato a bordo dei P-47 e dei P-51 possa essere regolato comunque sulle frequenze NDB e fornire indicazione audio quando ci stiamo spostando esattamente verso (o esattamente da) la stazione emittente.

La versione tedesca dovrebbe essere il Lorenz:

AFN-2 è la denominazione corretta.
image

Sul manuale dice che non è ancora modellata, ma io sono sicuro che su Caucaso in qualche volo di prova, in prossimità di una aeroporto, si accende e sembrerebbe funzionare.

Se questa cosa è vera (si verifica abbastanza facilmente) e se risulta possibile piazzare delle stazioni emittenti tramite ME (@EAF51_Joker mi pare ci siano gli oggetti appositi da mettere no? Dei quali poi puoi impostare la frequenza di emissione), si potrebbe addirittura impostare qualche rudimentale procedura d’avvicinamento strumentale :smiling_face_with_three_hearts:

Quello tedesco sembra buggato :frowning_face:

sarebbe utile capire come il sistema a bordo del P51-30 (dotato con due antenne sulla fusoliera) possa difatti funzionare come direction finder a partire da un’unica sorgente radio.
Avete info a riguardo?

Che io sappia no.

Dovrebbe funzionare proprio grazie al fatto che le antenne sono due e allineate in un certo modo. Il sistema misura la corrente indotta dal segnale e, in base al coupling dei due segnali, capisce l’orientamento rispetto alla sorgente.

“È dotato di due antenne del tipo a filo (Marconiana) e del tipo a telaio che misurano la corrente indotta che il segnale produce quando viene ricevuto, e, opportunamente accoppiate, ne riescono a definire la provenienza in direzione e verso.”

fonte: Automatic Direction Finder - Wikipedia

Al solito, l’articolo in inglese è un po’ più completo e approfondito:

Qui chiaramente spiega il funzionamento dell’ADF, ovvero lo strumento a lancetta. Nel caso del P-51 abbiamo un riscontro audio. Ma penso che il funzionamento di base sia lo stesso

chiaro, siccome sono solo due offre una radiale (in avvicinamento o in allontanamento), a meno che non si giochi sull’effetto doppler, in tal caso però i riferimenti di tempo tra stazione e aeromobile devono essere “abbastanza” sincronizzati…)

Lorenz era un sistema usato dai tedeschi negli anni 30 per uso civile ed era stato adottato anche da altri paesi come la gran bretagna!

a destra venivano emessi 60 punti morse al minuto mentre a sinistra 60 linee morse al minuto. al centro i 2 fasci si sovrappongono e danno un tono continuo!

il sistema americano del p51 ha lo stesso principio di funzionamento l!

Ma allora il fatto che in DCS il sistema del P-51\47 dicono funzioni anche con le normali stazioni NDB è un’imprecisione a questo punto